Articoli

Westville @ Libreria Il Domani, lunedì 17 dicembre

il domani

La libreria Il Domani

Westville torna nelle librerie con un nuovo appuntamento: lunedì 17 dicembre, a pochi giorni da Natale, avremo il grande piacere di essere ospiti, per la terza volta, della libreria indipendente milanese Il Domani. La libreria Il Domani è una delle realtà legate al circuito delle Librerie Indipendenti di Milano, e storico punto di riferimento letterario del capoluogo lombardo. La libreria si trova in Piazza Cadorna 9 (angolo Via Carducci), a due passi dall’omonima stazione ferroviaria.

Il Domani, un anno dopo…

A un anno di distanza dallo scorso 20 dicembre, Westville tornerà protagonista a Il Domani per un’intera giornata: lunedì 17 dicembre saremo presenti in libreria per tutto il giorno, a partire dalle 10. Saremo pronti per firmare copie, chiacchierare con i lettori, dare e ricevere consigli letterari, discutere delle novità letterarie dell’anno che sta per concludersi e di quello che verrà, scambiare opinioni in merito a cinema, serie tv e tutto quello che ruota attorno al mondo del noir e, last but not least, soddisfare le curiosità dei lettori riguardo al mondo di Westville.

Qualche anticipazione?

L’occasione sarà propizia anche per regalare, al pubblico più curioso ed esigente, qualche piccola informazione in anteprima riguardo al nostro nuovo progetto letterario, al quale stiamo lavorando attivamente ormai da diverso tempo. Un nuovo capitolo della saga di Westville? Chissà…

L’appuntamento è per lunedì 17 dicembre, a partire dalle ore 10, presso la libreria Il Domani.
Nel frattempo, continuate a seguirci sulla pagina facebook di Westville e sul sito ufficiale www.westville.it

Dove trovare Westville?

[amazon_link asins=’8863474354′ template=’ProductLink’ store=’westville-21′ marketplace=’IT’ link_id=’aecc6f82-ebed-11e8-8b1c-dff833d352d8′]

Vi ricordiamo che Westville è sempre disponibile sui più importanti store online (Amazon, Ibs, Mondadori, Feltrinelli, Rizzoli, etcetc) sia in versione cartacea che in formato digitale. Inoltre, alcune copie cartacee sono sempre disponibili a scaffale nelle seguenti librerie di Milano e provincia:

  • Nuova Terra, Via Giolitti 14, Legnano (Milano)
  • Trittico, Via San Vittore 3, Milano
  • Il Domani, Piazza Cadorna 9 – angolo Via Carducci, Milano
  • Hellisbook, Via Losanna 6, Milano

SAVE THE DATE – Lunedì 17 dicembre, ore 10, Libreria Il Domani (Piazza Cadorna 9, angolo Via Carducci)

Filosofia 2.0. Filosofia, comunque

Non è così semplice mettersi ad un tavolino e raccontare e/o parlar di filosofia; ancor di più il solo citare l’arte del pensare può risultare di una difficoltà che sfiora vertici degni del K2. Per farci aiutare, in tal senso, abbiamo rivolto alcune domande ad una persona che con la Filosofia ha un rapporto quotidiano costante; ne parla con cognizione di causa. Ci vive, e convive, da sempre.

filosofia

La libreria Il Domani ospita Maria Giovanna Farina

Maria Giovanna Farina, laureata in Filosofia -of course- con indirizzo psicologico. Analista della comunicazione e autrice di volumi per aiutare le persone a risolvere le relazioni personali. Nei suoi testi divulgativi ha affrontato temi quali l’amore, la musica, la violenza di genere, la filosofia insegnata ai bambini e l’ottimismo in Dialoghi con un ottimista, in salotto con Francesco Alberoni.

Nel 2018, anno corrente dunque, ha scritto un romanzo in collaborazione con Max Bonfanti, per i tipi della Rupe Mutevole: Catarina e la porta delle verità. Per la stessa casa editrice cura la collana “Le Relazioni”.

Ma non basta: pioniera nel campo delle pratiche filosofiche, nel 2002 fonda Heuristic Institution, dove si dedica anche alla ricerca di metodi e strategie da applicare alla risoluzione delle difficoltà esistenziali. Esperta di relazioni umane, è autrice di numerosi articoli su varie riviste, ha intervistato anche in video alcuni tra i più noti personaggi della cultura e dello spettacolo. Creatrice della rivista filosofica on-line “L’accento di Socrate”, è attiva in rete come blogger, dove sperimenta l’applicazione della filosofia alla vita quotidiana anche nella rivista diretta da Francesco Alberoni “L’amore e gli amori”… Può bastare..? Forse…

Poniamole qualche domanda ora, in relazione al suo campo di studi e ricerca, insomma, alla sua passione: la FILOSOFIA.

Cara Maria Giovanna, la prima domanda è di una semplicità disarmante: perché la Filosofia?

Perché la vita ci sa condurre, senza saperne la ragione, al cospetto di qualcosa, come per me è stato con la filosofia, che non ci piace o che addirittura ci dà fastidio. Forse per superare i nostri conflitti, spesso quando una cosa non ci aggrada o ci infastidisce significa che c’è l’irrisolto da far emergere alla consapevolezza. Di cosa si trattasse non l’ho ancora capito fino in fondo, resta il fatto che oggi amo la materia ogni giorno di più, posso definirlo un amore senza fine. La filosofia è capace di farci scoprire il nostro mondo interiore senza fare sconti e allo stesso tempo è in grado di farci comprendere gli altri con cui ogni giorno entriamo in relazione. La filosofia è per me una compagnia irrinunciabile.

Filosofia

Maria Giovanna Farina alla libreria Il Domani

Sfruttando un luogo comune molto in voga, e visti i tempi, culturalmente complessi, si usa dire di “prenderla con filosofia”. Non ti sembra che con affermazioni di tale natura si tenga a svilirne il suo concetto stesso?

Come giustamente hai sottolineato, è un luogo comune che crea confusione sulla vera natura della Filosofia, svilendola e banalizzandola purtroppo; in questa errata accezione è come se essa fosse una panacea, una pozione magica, una medicina capace di tenere sotto controllo i mali dell’anima con la sottomissione. Sì, perché “prenderla con filosofia” nel modo di dire comune vuol dire questo, ma il vero significato è un altro.

“Prenderla con filosofia” significa non smettere mai di cercare e ri-cercare dentro e fuori di noi per trovare la soluzione migliore ai nostri piccoli e grandi problemi esistenziali, significa non lasciarsi scivolare addosso le situazioni ma prenderle in mano per risolverle. Significa fare fatica per poi trarne soddisfazione. “Prenderla con filosofia” vuol dire quindi non lasciarsi sottomettere ma vivere in modo attivo e libero dagli stereotipi, luoghi comuni fautori di una vita inautentica. La Filosofia ci rende liberi se noi la accogliamo come una madre che vuol farci crescere. Come vedi tutto il contrario di ciò che si pensa comunemente!

Diamo uno sguardo al prossimo futuro: Filosofia e Tecnologia, ovvero, Filosofia o Tecnologia: coesistenza o alternativa l’una all’altra?

Tutto ciò che l’essere umano produce e crea con le mani e con la mente è “scrittura del Mondo”. La Filosofia, come madre di tutte le scienze, non credo potrà mai staccarsi dalle sue creature di cui la tecnologia è una delle più attuali e contemporanee. Più che a un’alternativa penserei alla convivenza che diventerà sempre più difficile se la tecnologia non rispetterà l’uomo e la sua libertà di essere nel mondo. Dobbiamo lavorare per impedire che la tecnologia prenda il sopravvento sulla nostra umanità. Quindi né alternativa, né subalternità, ma collaborazione.

filosofiaSpieghi nei tuoi incontri e alle presentazioni, di ritenerti una Filosofa Pratica. Puoi delucidarne il concetto?

Filosofa pratica significa usare la filosofia e la sua millenaria cultura per vivere meglio la nostra vita, quindi non per speculare intorno alla materia ma per applicare i suoi insegnamenti alla vita di ogni giorno. Sono una pioniera in Italia della Pratica filosofica, da quasi vent’anni mi ispiro a Socrate che, seppur sia vissuto 2500 anni fa nella polis, quindi in un contesto decisamente lontano da noi uomini del terzo millennio, ci ha lasciato riflessioni ancora attuali e soprattutto utili alla nostra esistenza.

Ad esempio, alla domanda cosa fosse il bene o il male per noi, lui rispondeva che per sapere cosa sia il male o il bene dobbiamo rifarci al “Conosci te stesso” –gnōthi seautón, iscrizione presente nel tempio di Apollo a Delfi-: solo conoscendo noi stessi e i nostri limiti possiamo sapere cosa sia il male o il bene per noi e poi per gli altri. Non è attuale questo ragionamento? La cura di sé, che è anche un prendersi cura, ci può far giungere a conoscere gli altri esseri umani. La filosofia pratica è utile allo scopo dell’esistenza, di una buona esistenza e il suo fine ultimo è quindi il ben-essere interiore e materiale dell’uomo.

C’è ancora un senso da dare nell’era dell’ipervelocità 2 se non 3 punto zero, agli insegnamenti che arrivano dal lontano passato: Aristotele e soci sono adattabili al nostro vissuto?

Altroché! Aristotele era un filosofo e uno scienziato, ma anche un ottimo insegnante che ha fatto da aio ad Alessandro Magno. Aristotele fondò il Liceo, Platone, allievo di Socrate, l’Accademia: come vedi due scuole che seppur molto diverse da oggi hanno lasciato un segno indelebile. Ai nostri tempi, il filosofo frequenta nuove agorà e diventa consulente aziendale, gestisce gruppi di auto-consapevolezza, aiuta i singoli a trovare la giusta strada… e facendo ciò mette in pratica gli insegnamenti dei Greci. Noi occidentali discendiamo per cultura dai Greci, dovremmo non dimenticarlo mai. Per tornare alla tua domanda, Il senso c’è al di là della velocità perché siamo solo rapidi nell’usare la tecnologia ma impacciarti quando si tratta di leggere, scrivere e pensare autonomamente, quindi i Greci antichi ci superano dopo oltre due millenni!

Ultima questione: chi può ritenersi filosofo oggi, solo chi arrivi da studi specifici, oppure la Filosofia, e di conseguenza il filosofo, deve essere in grado di cogliere sfumature dalle Arti e dalle Scienze a lui limitrofe?

Il filosofo, oggi come ieri, per definizione è colui che ama la sapienza, la sophia, che è la spinta alla conoscenza. Quindi non è sufficiente il corso di studi e la laurea, ma è d’obbligo un percorso di ricerca di sé e allo stesso tempo di sperimentazione nel mondo. Voglio dire, il filosofo deve mettersi in ascolto delle persone, delle cose, delle situazioni, per trarne un metodo da poter applicare alla soluzione dei problemi.

La visione filosofica è andare oltre l’apparenza per scorgere ciò che c’è in profondità e più vicino all’autentico di ogni persona, situazione, cosa. Il filosofo deve di conseguenza continuare ad osservare ciò che gli sta intorno per aggiornare la sua conoscenza del mondo e per migliorare le sue soluzioni. Le Arti e le Scienze sono espressioni umane imprescindibili a cui guardo con estremo interesse perché parlano dell’uomo e delle sue capacità evolutive. Cosa sarebbe l’uomo senza la sua “scrittura del mondo”?

Per approfondire, ecco il sito web di Maria Giovanna Farina: www.mariagiovannafarina.it

 

Westville in Milano pt. 4 – Sabato 7 Aprile alla libreria Hellisbook

Prosegue il tour promozionale di Westville con una nuova tappa nel capoluogo milanese. Sabato 7 aprile ci potrete trovare alla libreria Hellisbook di Milano, situata in via Losanna 6, a due passi da Corso Sempione.

Westville in Milano

Siamo giunti alla sesta tappa promozionale di Westville, la quarta sul territorio di Milano. Dopo le esperienze stimolanti e soddisfacenti alle librerie Trittico e Il Domani, avremo l’onore di essere ospiti di un’altra libreria indipendente del capoluogo lombardo: la libreria Hellisbook. Il programma è lo stesso delle precedenti presentazioni. Ci troverete tra gli scaffali della libreria, pronti per parlare di letteratura, noir, editoria, cinema e ovviamente, di Westville. L’orario di apertura nella giornata di sabato della libreria Hellisbook è dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 19. Saremo presenti in libreria per tutta la giornata, pronti per conoscere nuovi lettori e promuovere la nostra opera.

Hellisbook

Hellisbook

La libreria Hellisbook

La libreria Hellisbook è una solida realtà indipendente, appartenente – come le altre librerie che hanno ospitato Westville e i suoi autori – alla LIM (Librerie Indipendenti Milano). Un luogo accogliente, caldo, gestito con passione e tanto amore per i libri. Un’attività avviata alcuni anni fa, che si è distinta anche per un’instancabile opera di organizzazione di eventi promozionali di varia natura. Alla libreria va il nostro ringraziamento più sincero, per aver accettato di ospitarci.

Dove trovare Westville

L’appuntamento è quindi fissato per sabato 7 aprile a partire dalle ore 10 alla libreria Hellisbook di Milano, Via Losanna 6 (zona Corso Sempione). Gli orari di apertura sono dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 19.

 

 

Ricordiamo che Westville è acquistabile su maggiori store online, sia in formato cartaceo che digitale. Inoltre, è possibile trovare Westville a scaffale nelle seguenti librerie:

Nuova Terra (Via Giolitti 14, Legnano)

Libreria Trittico (Via San Vittore 3, Milano)

Il Domani (Piazzale Cadorna 9 – angolo Via Carducci, Milano)

Hellisbook (Via Losanna 6, Milano)

Natale 2017: Westville torna alla libreria Il Domani di Milano

Come anticipato in uno degli articoli più recenti del nostro blog, Westville torna alla libreria Il Domani di Milano. La storica libreria milanese, situata in Via Carducci (Angolo Piazzale Cadorna), ci aveva già ospitato lo scorso mese, martedì 21 novembre. Una giornata nella quale abbiamo avuto modo di entrare in contatto con la ricca e variegata clientela di una delle librerie più antiche di Milano. Una giornata ricca di spunti e temi, che ci ha permesso di ampliare il nostro pubblico e di riflettere sui pareri letterari più interessanti raccolti tra tutte le persone che abbiamo avuto il piacere di incontrare.

Il Domani – Parte II

Il Domani

Westville in vetrina

Mercoledì 20 dicembre potrete ancora trovarci tra gli scaffali de Il Domani, per chiacchierare di letteratura, scrittura, editoria, società, cultura in generale. E perchè no, anche per dare una mano a Luisa e Ivano nello smaltimento del flusso di clientela, senza dubbio abbondante in quella che sarà una delle ultime giornate disponibili per l’acquisto degli ultimi regali di Natale. Il consiglio che possiamo darvi è semplice: regalate un libro a Natale. E per i vostri acquisti, scegliete sempre una libreria indipendente.

Ovviamente, anche questa volta non vediamo l’ora di rispondere a tutte le domande che ci verranno sottoposte, riguardanti Westville e il mondo che gira attorno a questo romanzo. Saremo presenti in libreria durante tutto l’orario d’apertura, quindi a partire dalle 8.30 fino alle 19.30, orario di chiusura.

Dove trovare Westville?

Ricordiamo, come sempre, che Westville è disponibile sui maggiori store online (Amazon, Ibs, Mondadori, Feltrinelli, Rizzoli, etcetc) sia in versione cartacea che in formato digitale. Inoltre, diverse copie cartacee sono disponibili a scaffale nelle seguenti librerie di Milano e provincia:

  • Libreria Nuova Terra, Via Giolitti 14, Legnano (Milano)
  • Libreria Trittico, Via San Vittore 3, Milano
  • Libreria Il Domani, Via Carducci angolo Piazzale Cadorna, Milano

Libreria Il Domani: professionalità e amore per la letteratura

Il mini tour di presentazione di Westville nelle maggiori librerie indipendenti di Milano sta proseguendo. La giornata trascorsa tra gli scaffali della libreria Il Domani è stata molto proficua.

Westville in vetrina alla libreria Il Domani

Abbiamo avuto la possibilità di incontrare nuovi lettori, conoscere nuovi amici e proseguire il faticoso, ma sempre soddisfacente lavoro di promozione del nostro romanzo. Promuovere il proprio lavoro senza aiuti esterni, ma potendo contare solo sull’iniziativa personale, è difficile, estenuante, a tratti frustrante. Ma la soddisfazione che abbiamo la fortuna di provare in giornate come quella trascorsa alla libreria Il Domani, (e alla libreria Trittico lo scorso mese) è in grado di ripagare tutti gli sforzi quotidiani necessari per proseguire la nostra opera di promozione di Westville

Il Domani

La libreria Il Domani

Libreria

Il Domani

Un ringraziamento immenso va a Luisa e Ivano della libreria Il Domani. Li vogliamo ringraziare per l’accoglienza, la cordialità, la disponibilità, i consigli preziosi e per il tempo che ci hanno messo a disposizione. Il Domani è una libreria dove si respira letteratura e passione per i libri, crocevia di incontri e scambi di idee. Uno di quei luoghi che vanno frequentati e venerati, perchè rappresentano un santuario per tutti coloro che amano la letteratura e credono ancora che le parole possano cambiare il mondo.

Agli amanti dei libri che si trovano a passeggiare dalle parti di Piazzale Cadorna a Milano, non possiamo che consigliare di fare un salto alla libreria Il domani.

Save the date

Le parole forse non bastano per ringraziare Luisa e Ivano per la possibilità che ci hanno offerto. E vogliamo cogliere l’occasione per comunicarvi che avremo il piacere e l’onore di essere nuovamente ospiti della libreria mercoledì 20 dicembre, per un’altra giornata all’insegna della buona letteratura, dello scambio di idee, e naturalmente di Westville.

Dove trovare Westville

Westville Romanzo

Ricordiamo che Westville è disponibile, in cartaceo e in digitale, sui maggiori store online; ed è presente a scaffale nelle seguenti librerie:

  1. Nuova Terra, Via Giolitti 14, Legnano (Milano)
  2. Trittico, Via San Vittore 3, Milano
  3. Il Domani, Via Carducci angolo Piazzale Cadorna, Milano

Westville in Milano pt. 2 – Martedì 21 Novembre alla libreria Il Domani

Abbiamo già scritto in un precedente articolo di come Milano sia la culla dell’editoria italiana. Il crocevia dal quale transitano le nuove mode letterarie. La fucina di nuovi talenti. La cartina di tornasole che identifica l’andamento dei gusti dei lettori.

Per tutti questi motivi, uno scrittore esordiente che vuole promuovere il proprio lavoro ha l’obbligo di transitare per il capoluogo lombardo.

Westville in Milano pt. 2Flyer-Westville-News-Presentazione-Romanzo-westville-in-Milano

Dopo la bellissima esperienza alla libreria Trittico di Milano, abbiamo il piacere di essere ospiti della libreria Il Domani, un’altra realtà indipendente del capoluogo lombardo. Ci troverete tra gli scaffali della libreria, pronti per parlare di Westville, a partire dalle ore 11 di martedì 21 novembre. Il canovaccio è sempre lo stesso: incontrare amici, conoscenti, clienti abituali della libreria, con l’obbiettivo di parlare di Westville, chiacchierare di editoria e libri, scambiare idee, trovare nuovi spunti e suggerimenti per proseguire al meglio la promozione del nostro lavoro.

Il Domani

La libreria Il Domani è una solida realtà milanese, situata nel pieno centro della città, a due passi dalla stazione di Cadorna (Via Carducci). Una libreria indipendente nata nel 1974, gestita con passione fino ad oggi dalla titolare Luisa Caimi. Uno di quei luoghi senza tempo, che ha vissuto quattro decenni di storia milanese, sopravvivendo alle mode e all’invasione delle catene di distribuzione, grazie alla serietà e all’intraprendenza di un personale altamente qualificato che i libri li ama veramente.

Westville

La libreria Il Domani di Milano (via Carducci, ang. Piazzale Cadorna)

Dove trovare Westville

L’appuntamento è quindi fissato per martedì 21 novembre a partire dalle ore 11 alla libreria Il Domani di Milano, Via carducci (angolo Piazzale Cadorna).

Ricordiamo inoltre che Westville è acquistabile su maggiori store online, in formato cartaceo e digitale. Inoltre, potete trovare Westville a scaffale, alla libreria Nuova Terra di Legnano (Via Giolitti 14), e alla libreria Trittico di Milano (Via San Vittore 3).

Presentare un romanzo a Milano: Westville al Trittico

Milano è senza dubbio la culla dell’editoria italiana. La città nella quale l’editoria si è sviluppata e ha raggiunto il suo status attuale. La maggior parte delle più importanti case editrici italiane sono infatti concentrate nel capoluogo lombardo. Seguono, in termini di importanza sul mercato editoriale, Torino e Roma. Secondo le statistiche proposte da Amazon, Milano è anche la città italiana dove si legge di più, seguita da Trieste e Padova. Il capoluogo milanese rappresenta quindi il fulcro attorno al quale ruota il mercato editoriale italiano e si sviluppano le nuove tendenze letterarie. Oltre alle grandi catene di distribuzione, Milano può vantare anche un buon numero di librerie indipendenti. Luoghi dove i libri rivestono ancora l’importanza che meritano. Attività gestite con costanza, tra difficoltà e fatiche, grazie alla passione di persone che i libri li conoscono e li amano. Professionisti che portano avanti un mestiere, quello del libraio, minacciato dall’estinzione.

Presentare un romanzo a Milano

Westville romanzo milano libreria il trittico

La storica libreria Il Trittico, in via San Vittore 3, dove abbiamo presentato Westville

Appare quindi chiaro come Milano rappresenti una tappa obbligata per chiunque voglia promuovere il proprio romanzo. Presentare un romanzo a Milano è quasi un obbligo, che si affronta però con piacere, senza la quale non si può che rimanere confinati nella propria piccola realtà di provincia. Sabato 21 ottobre abbiamo trascorso l’intera giornata tra gli scaffali della storica libreria Il Trittico, per presentare Westville a tutte le persone che quel giorno hanno deciso di fare un salto in libreria.

Un’esperienza formativa

La libreria Trittico è una delle realtà indipendenti più floride di Milano. Una libreria dove ci si sente a casa, coccolati dai volumi esposti con attenzione e criterio. E assistiti da un personale che, a una prima occhiata, è in grado di consigliare il libro giusto per ogni cliente. Abbiamo avuto modo di parlare di Westville con tutti i clienti capitati nella libreria. Alcuni interessati, altri incuriositi. Alcuni hanno acquistato una copia. Altri si sono dimostrati diffidenti nei confronti di quei due giovani ragazzi barbuti che affermavano di aver scritto un noir ambientato dall’altra parte del mondo.

Westville in Milano

Abbiamo piacevolmente chiacchierato di noir, di letteratura e di vita. La giornata si è concretizzata in un’intensa esperienza formativa, grazie alla quale abbiamo capito molte dinamiche che regolano la vendita dei libri e i gusti dei lettori. Una giornata che ci ha permesso di ampliare il bacino di lettori di Westville, con l’augurio che tutti coloro che hanno acquistato una copia possano apprezzare il nostro lavoro.

Alcune copie del romanzo sono ancora reperibili presso la libreria Il Trittico, a cui va il nostro più sincero ringraziamento per la possibilità che ci è stata offerta, e per i preziosi consigli che ci sono stati dati per continuare a promuovere il nostro lavoro. Quindi, se passate di là, e avete un po’ di curiosità, avete ancora tempo per entrare in contatto con il mondo misterioso di Westville.

Westville in Milano: sabato 21 ottobre presso la storica libreria Il Trittico

Sabato 21 ottobre ci sarà la prima di alcune tappe promozionali nelle più importanti librerie indipendenti di Milano. A partire dalle ore 11, ci potrete trovare alla storica libreria Il Trittico. Una giornata tra gli scaffali di questa nota libreria milanese, pronti per promuovere Westville, incontrare vecchi e nuovi lettori, amici e conoscenti, e conoscere gli avventori abituali di una delle realtà più solide di Milano in ambito letterario.

Il Trittico

Il trittico

La libreria “Il Trittico”

Nata più di quarant’anni fa e da subito crocevia di scrittori e letterati, la libreria Il Trittico (www.libreriatrittico.it) si trova a due passi dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, nei pressi della Basilica di Sant’Ambrogio. Una posizione strategica all’interno di uno dei fulcri della cultura nel capoluogo lombardo.

La libreria appartiene alla LIM (Librerie Indipendenti Milano), associazione nata nel 2013 con lo scopo di promuovere il lavoro delle librerie indipendenti milanesi, rilanciare il mestiere del libraio e promuovere la lettura e gli eventi organizzati dalle librerie appartenenti al circuito.

Il Trittico è un luogo gestito da chi i libri li legge e li ama. Un luogo ospitale, dove ci si sente a casa e dove un personale qualificato e cordiale è sempre in grado di consigliare la giusta lettura a seconda del gusto del cliente. Il Trittico porta avanti un mestiere – quello del libraio – che si sta perdendo giorno dopo giorno. Una professione oscurata dal dilagare delle grandi catene di distribuzione, comode ma asettiche, caotiche e prive di anima.

Per noi è un onore avere la possibilità di promuovere Westville in una realtà come questa. Un luogo dove la buona letteratura è di casa. Siamo impazienti di affrontare questa nuova tappa promozionale. E non vediamo l’ora di incontrarvi per parlare di letteratura, noir, e ovviamente… di Westville!

SAVE THE DATE: Sabato 21 ottobre, ore 11 – Libreria Il Trittico, via San Vittore 3, Milano. Fermata Sant’Ambrogio (Metropolitana, Linea 2 – Verde)

 

Libreria Nuova Terra: una nuova presentazione di Westville

Si avvicina il momento di una seconda presentazione, ed entrambi ci sentiamo su di giri. Quando la tensione si allenta, dopo i primi risultati, quello che rimane è solo una grande smania prestazionale e molto entusiasmo. Stiamo canalizzando questa energia in carica gestionale: gli impegni sono tanti, il tempo poco, e talvolta le energie vengono meno (quasi quanto le risorse economiche). Tuttavia crediamo profondamente nel valore di Westville, e vogliamo continuare a promuovere il nostro romanzo.

La presentazione

Rispetto alla scorsa presentazione, di cui potete leggere l’articolo preliminare qui, e il resoconto qui, stiamo cercando di dare al tutto una maggiore ufficialità. Il nostro scopo è quello di creare un pubblico ricettivo in qualsiasi tipo di ambiente. La nostra prima presentazione, al Centoundici Cafe di Castellanza, è stata caratterizzata da una connotazione decisamente informale. La location lasciava presagire dei toni più leggeri, e noi non siamo stati certo avidi di battute. Il risultato è stato una piacevole chiacchierata in cui, tra sorrisi, risate e spunti di riflessioni, abbiamo presentato il nostro romanzo e tutto l’universo che ruota attorno ad esso. Lo scopo era quello di interessare i più scettici, coloro che pur leggendo tanto, difficilmente si avvicinano a opere di autori esordienti, ma preferiscono lasciarsi consigliare da grandi nomi e editori gargantueschi. Non c’è nulla di meglio che rompere il ghiaccio con qualche sorriso e una birra fresca.

Con questa nuova presentazione vogliamo invece avvicinarci di mondo di cui in realtà facciamo parte: i frequentatori di librerie, sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, che stuzzichi il loro interesse, e soddisfi la loro sete di libri! 

La Libreria Nuova Terra

La libreria Nuova Terra è un’attività storica di Legnano. Da più di vent’anni s’impegna per fornire il massimo servizio letterario a nord-ovest di Milano. Due vasti piani, ricolmi di cultura, proprio al centro della grande città storica. Per due esordienti come noi non è semplice trovare un posticino all’interno di una grande libreria indipendente, ma per fortuna, dopo una valutazione da parte della proprietà, Westville ha trovato posto non solo sugli scaffali, ma anche nelle ampie vetrine, tra romanzi di fattura decisamente più pregiata. E, dopo un paio di settimane, è arrivata la proposta, accolta con grande gioia da entrambi, di presentare Westville proprio in libreria.

Westville Libreria Nuova Terra Legnano

Mancano un paio di giorni ormai, e siamo incredibilmente felici. Abbiamo girato per anni tra gli scaffali della libreria Nuova Terra, sempre alla ricerca di una nuova storia da leggere, di un nuovo romanzo da consumare, sognando un giorno di vedere anche il nostro nome, tra le star della carta stampata. Di certo non siamo delle star, ma l’impegno, la fatica e la costanza, a nostro modo, ci hanno premiati. Possiamo aggiungere un tassello alle fondamenta di una storia che ancora dev’essere costruita, con la speranza di non perdere mai la fiducia nell’universo delle parole scritte.

l’appuntamento è quindi fissato per:

Venerdì 28 Aprileore 18.30 presso Libreria Nuova Terra

Via Giovanni Giolitti, 1420025 Legnano (MI)

Davanti alla libreria è presente un ampio parcheggio.

La presentazione Vi vedrà accolti con un rinfresco, immediatamente prima di una breve introduzione a Westville. Seguiranno le informazioni di carattere generale, l’ambientazione, i personaggi e le nostre riflessioni sul mondo del romanzo americano e dello scenario italiano legato non solo al noir. Vi invitiamo come sempre a interromperci e porci domande, se ne avete, poiché nulla genera cultura e interesse più dello scambio di opinioni e di riflessioni.

Di seguito un po’ di contatti:

[email protected]
Scriveteci una mail per proposte commerciali o altre attività

Facebook
La nostra pagina Facebook è sempre aggiornata, e siamo pronti ad accogliere i vostri commenti, i vostri pensieri e le vostre recensioni

Instagram
Questo è il profilo personale di Vittorio Bottini, dove spesso però vengono pubblicati contenuti inerenti Westville

Linkedin Vittorio, Linkedin Alberto
I nostri profili Linkedin, per conoscerci meglio professionalmente

Facebook , Instagram Libreria Nuova Terra
Trovate la libreria Nuova terra anche su Facebook e Instagram

Resoconto di una presentazione informale

Prefazione

Quello che segue è il racconto di una serata particolare: la prima occasione in cui abbiamo parlato di Westville davanti a un pubblico. Un’esperienza entusiasmante, formativa ed eccitante. Ve la riproponiamo, in una forma un po’ particolare, nel brano che segue.

Capitolo 1 – 19.00/22.30
Vittorio Bottini

Era il 30 Marzo, un Giovedì.
Accadde una sera di inizio primavera, e cambiò la percezione del nostro progetto che, con estrema cura, avevamo chiamato Westville.
L’appuntamento era al pub che da molto tempo eravamo soliti chiamare casa. Capitava sovente che le nostre stanche terga si appoggiassero inesorabili sugli sgabelli vicini lo stretto bancone di legno, illuminato appena da una striscia di led colorati e da qualche sporadico faretto.
Teo, uno dei due proprietari, stava fissando il vuoto, pensando a chissà quale dei tanti futuri progetti e impegni che finalmente stavano prendendo forma. Si parlava di ampliare il locale, abbracciare un tipo di clientela più ampia, e chissà cos’altro. Per noi il Cenoundici era comunque limitato a quegli sgabelli di legno scuro, e alle birre variopinte e profumate che venivano scelte con cura dai proprietari. Per noi era perfetto così.

Io arrivai per primo. Ero fisicamente stanco, provato, complice un’influenza che non voleva proprio lasciarmi in pace. Malgrado la mia condizione fisica non ottimale, l’umore era alle stelle. Presi subito una birra dal frigo. Era una serata speciale, e decisi di coccolarmi con le birre che più apprezzavo in assoluto. Scelsi una bitter inglese, una birra che personalmente ritenevo perfetta per quel momento: chiara, leggera, con una nota amara e dissetante.

Mentre aspettavo il mio amico e collega, che avrebbe diviso quel momento con me, sistemai gli ultimi affari lavorativi, organizzando le giornate a venire. Teo uscì per fumare una sigaretta e bere una birra, mentre snocciolavamo argomenti e speranze per il futuro.

In quel momento giunse anche Staiz, visibilmente stanco anch’egli, provato dalle lunghe e inesorabili giornate al museo per il quale lavorava. Tuttavia sul suo volto era dipinto un sorriso giocondo, evidente prova dell’effetto benefico e spensierato che quella serata aveva già cominciato a donargli. Il suo buon umore fu contagioso, e cominciammo immediatamente i preparativi per la serata, ovviamente non prima di una sigaretta celebrativa.

Ormai l’orario dell’aperitivo aveva lasciato posto al momento della cena, e la città si era come fermata. Pochi ritardatari si affrettavano verso casa, e l’aria era calma e placida. Sentivamo la fame, ma la voglia di preparare il nostro piccolo palcoscenico era preponderante. Sistemammo un tavolo e una panca su un lato della pedana in legno, alla nostra sinistra, e adagiammo su di esso il mixer che avevamo chiesto in prestito al musicista, nostro amico, Marco Maggiore. Sistemammo la cassa, e preparammo i microfoni che ci avrebbero permesso di darci un tono un po’ più professionale, in quella che comunque avevamo deciso dovesse essere una presentazione informale.

Posizionammo lo scatolone con le copie di Westville sotto il tavolo, nascosto agli occhi del pubblico che da lì a un paio d’ore al massimo avrebbe preso posto in sala. Lavorammo spalla a spalla per uno scopo comune più grande di noi: fare in modo che Westville potesse essere conosciuto e apprezzato più di quanto lo fossero gli autori stessi.
Mentre regolavo i volumi dei microfoni, Staiz distribuiva diversi mazzetti di segnalibri personalizzati sui tavoli del Centoundici, tra una battuta e un sorso di birra.

Mancava davvero poco, e non avevamo ancora messo niente sotto i denti. Ci sedemmo fuori, su due sgabelli, con una birra appena spillata. Era giunto il momento di fare l’ultimo briefing. Dalla tasca di Staiz scivolò fuori la scaletta della presentazione. Avevamo deciso che sarebbe stata una presentazione informale, e a parte quel breve canovaccio, non avevamo nulla di studiato a tavolino. Con un po’ di emozione ci scambiammo le ultime idee. Giusto in tempo perché i primi partecipanti arrivassero. A quel punto era cominciato il countdown. Decidemmo infine di metter qualcosa sotto i denti. Ci sedemmo insieme a loro, e mangiammo spensierati.

Capitolo 2 – 22.00/00.30
Alberto Staiz

Giovedì 30 marzo.

Era finalmente giunto il momento di presentare per la prima volta Westville, il romanzo che avevo scritto con il mio amico e compagno di sbronze Vittorio Bottini. Avevamo scelto di giocare in casa, organizzando la serata al Centoundici, la nostra unica meta quando si trattava di bere una buona birra e trascorrere una serata tra amici. Un posto dove ci sentiamo sempre a casa. Senza se e senza ma.

Arrivavo stanco da una giornata intensa di lavoro. Mi ritrovai in un attimo in mezzo al traffico della Milano-Laghi, impaziente di arrivare a casa per una doccia veloce, indossare dei vestiti puliti, e caricare in macchina l’attrezzatura necessaria per la serata. Trovai Vittorio già al bar, mentre sorseggiava una birra in compagnia di Teo, il boss del locale. I minuti volarono, tra la sistemazione del piccolo palco per la serata e il montaggio dell’impianto. Il tempo di mangiare un boccone, confrontarsi sui temi da toccare durante la serata, e le prime persone già comparirono sulla soglia del bar.

E in un lampo ci ritrovammo appollaiati su due sgabelli, microfono alla mano, parlando di Westville per la prima volta davanti a un pubblico. Raccontando di come è nato e come si è sviluppato. Delle scelte che abbiamo operato affinché l’intreccio potesse funzionare. Delle settimane di lavoro e ricerche che hanno preceduto quella che è stata, in fondo, la parte più stimolante e affascinante: la stesura.

Gli amici, i conoscenti, e gli sconosciuti che abbiamo avuto di fronte ci hanno ascoltato divertiti, mentre tra battute, citazioni, considerazioni e spunti di riflessione, abbiamo presentato la nostra opera. Senza atteggiamenti da scrittore borioso e intellettualoide, ma con umiltà e sincerità, cercando semplicemente di far capire quanto noi crediamo nel valore di questo romanzo.

E il tempo è volato. Dopo mezz’ora ci siamo ritrovati a salutare tutti gli amici e i conoscenti – alcuni anche inaspettati – e a firmare copie del romanzo, sentendoci per un attimo delle star. Ma solo per un attimo. Subito dopo è arrivata la consapevolezza che tutto questo non è stato altro che il primo piccolo traguardo. E di quanto ci sia ancora da fare.

E da scrivere.

Epilogo

Quanto citato in questo racconto rappresenta il modo in cui noi abbiamo vissuto questa serata. Un insieme di sensazioni, emozioni e speranze, che miscelate nelle dosi corrette, hanno generato quello che per noi è stato il nostro miglior cocktail. Si tratta comunque di un assaggio. Come già scritto, la nostra presentazioni al Centoundici Cafe di Castellanza è stata solo il primo passo verso nuovi traguardi, per raggiungere i quali stiamo continuando a lavorare, giorno dopo giorno. Stiamo promuovendo assiduamente Westville perché è diventato per noi una ricerca a tutti gli effetti. La ricerca di qualcosa che prima, nostro malgrado, era totalmente assente nelle nostre vite.

Stiamo contattando diverse librerie – al momento di Milano e provincia – ma stiamo cercando di allargare la nostra aspettativa. Nel frattempo vi aspettiamo come sempre sulla nostra pagina Facebook, per commenti e aggiornamenti costanti!

P.s. non dimenticatevi di lasciare la vostra valutazione e recensione di Westville, per noi è davvero importante!

Flyer presentazione informale westville iNSTAGRAM

Potete acquistare Westville…

Potete acquistare Westville su tutti i circuiti della carta stampata, da Amazon a Mondadori, da IBS a Webster e Libreria Universitaria, da Feltrinelli a SBC Edizioni.


[vc_row][vc_column width=”1/4″][trx_image url=”2476″][/vc_column][vc_column width=”1/4″][trx_image url=”2479″][/vc_column][vc_column width=”1/4″][trx_image url=”2478″][/vc_column][vc_column width=”1/4″][trx_image url=”2477″][/vc_column][/vc_row]